Category Archives: STAMINALI

staminali di vienna

Dopo la chiusura del caso stamina e la cura negata a tutti, siamo venuti a conoscenza di questa clinica a vienna dove Jack potrebbe accedere alle staminali a pagamento ovviamente.

Sembra una clinica molto seria, ma al momento Jack non è stato accettato perché non c’è una rianimazione, ma stiamo valutando come fare per riuscire a fargli fare la sua prima infusione che se migliorasse come dicono la parte respiratoria e la parte della deglutizione per Jack sarebbe il massimo.

ricorso 7 giugno 2013

Il 7 giugno alle 13 presso il Tribunale di Milano, sez. Lavoro, l’udienza riguardante il ricorso alle Cure Compassionevoli, ex art. 700, per il piccolo Giacomo Marco Rocchi (JACK) al fine di fare la terapia con le CELLULE STAMINALI secondo la Metodica del Prof.VANNONI (STAMINA) , Il bimbo di 3 anni, ha una TETRAPARESI SPASTICA CON GRAVE IPOTONO e con l’aggravante di un danno polmonare, derivati da una ipossia cerebrale molto grave durante il parto.

Per informazioni o chiarimenti contattare
Paolo Rocchi.
facebook.com/paolo.rocchi

Protocollato domanda per Staminali agli Spedali Civili di Brescia

Abbiamo protocollato la richiesta (26/3/13) per accedere alle Cure rigenerative con le cellule Staminali con il metodo Stamina (Vannoni) presso gli Spedali Civili di Brescia.

protocollato

Ecco il papà con in mano la richiesta protocollata.

 

Il professor Vannoni e le staminali … una speranza per Jack e per tanti bimbi.

(Vannoni scrive sulla pagina di Facebook il 03/03/2013)

Stamina foundation onlus

CHE COSA VUOLE STAMINA   Molti si saranno chiesti quali sono gli obiettivi di Stamina

Allora sfrutto questo post per dirvi la veritá e tutta la veritá.   La reputazione personale e la carriera che io ed il dr Andolina ci siamo visti distruggere da alcuni giornalisti disinformati e finti esperti al servizio di inquisitori o della burocrazia istituzionale non è il nostro problema.

In questi ultimi… anni abbiamo avuto pazienti a cui sono state interrotte terapie che davano risultati. Abbiamo visto morire piano piano alcuni di loro senza poterli aiutare. Questo è qualcosa che non deve più succedere, mai più.

Oggi c’è una legge che un vero saggio, di cui non conosciamo il nome, ha suggerito a qualche politico distratto che la ha firmata (dico ‘distratto’ perché nella battaglia dei pazienti per far applicare tale legge non si è mai fatto avanti per difenderla). Questa legge permette di effettuare terapie “compassionevoli” con cellule staminali al di fuori della legge europea. Compassionevoli significa poter trattare con cellule staminali, considerate terapia sperimentale, pazienti in gravi condizioni che non dispongono di nessuna cura efficace, e sono quindi destinati a morire o a vivere a prezzo della perdita della propria dignità.   Grazie a questa legge illuminata si possono produrre ed utilizzare le staminali come se fossero tessuti da trapiantare e non come fossero farmaci. La differenza è sostanziale in quanto se considerate come tessuti da trapiantare le staminali sarebbero già attualmente disponibili per curare moltissime patologie.

Mi spiace per chi va a caccia di fondi e li spenderà per sacrificare topi, cani e scimmie per i prossimi 20 anni, promettendo farmaci futuri mentre tanti bambini e molti malati adulti muoiono oggi. Mi spiace per i “sedotti “delle multinazionali, che bloccano tutto in attesa che qualcuno sperimenti negli anni un nuovo farmaco per trattare una determinata malattia rara, senza neppure la certezza che sia efficace.  In Europa è stata approvata la prima terapia genica: ogni trattamento costa 1.200.000 euro. Per alcune patologie rare esistono farmaci senza neppure una specifica indicazione che vengono pagati fino a 30.000 euro a confezione. Nella maggior parte dei casi sono solo farmaci palliativi.

Oggi c’è una metodica che permette di ottenere staminali efficaci e sicure, non farmaci da vendere alle istituzioni sanitarie: è la metodica di Stamina.   Questa metodica ha una storia alle spalle di trattamenti e di risultati. Nulla di miracoloso, semplicemente le cellule ottenute sono particolarmente efficaci e sicure. Non hanno mai prodotto un solo effetto collaterale, ma solo benefici comprovati da esami strumentali e valutazioni cliniche.

Abbiamo ricevuto, in una settimana, più di 5000 richieste di aiuto. Devo dire quasi tutte pertinenti, per malattie che non hanno nessun tipo di cura e che hanno esisti infausti nel breve. Sono prevalentemente bambini, ma ci sono anche adulti con patologie neurodegenerative terribili e devastanti. La nostra risposta a queste persone, quando riteniamo che possano ottenere un beneficio dalle staminali ottenute con la nostra metodica, è sempre la stessa:

1. fate valutare gratuitamente ai nostri medici il vostro singolo caso; 2. le terapie sono gratuite, non fate donazioni alla Stamina Foundation per non dare nessuna ragione ai malpensanti di trovare un appiglio per negarvi le cure  3. Preparatevi a combattere in tribunale, davanti ad un giudice del lavoro, contro chi vi vuole negare le cure, per far valere il vostro diritto costituzionale alla salute.

Tutto ciò avviene perchè la politica e la burocrazia non hanno saputo e voluto dare una risposta. Hanno cercato di fermarci in tutti i modi e ci sarebbero sicuramente riusciti se non ci fossero stati i risultati.

Per tranquillità di tutti vogliamo anticipare che non abbiamo nessuna intenzione di distogliere fondi a chi cerca di realizzare farmaci a base di staminali da vendere nel prossimo futuro. Mi auguro che abbiano grandi ritorni dai loro investimenti e che trovino metodiche che funzionino meglio della nostra. Vi garantisco che ne sarei felice.

Ora veniamo alle nostre richieste. La Stamina vorrebbe:   Impiantare un laboratorio GLP (good laboratory practice) adatto per produrre prodotti per i trapianti (come lo è quello degli Spedali Civili di Brescia), con almeno 10 camere bianche. Questo laboratorio rimarrebbe solo in uso alla Stamina che farebbe lavorare all’interno i propri biologi.  Tale laboratorio, una volta certificato ed autorizzato, potrebbe produrre cellule staminali per curare fino a 20.000 pazienti all’anno. Una piccolo numero, ma meglio di niente.  Il costo di un laboratorio di questo tipo si aggira intorno ai 3.500.000 di euro.

Tutte le cellule staminali prodotte sarebbero sempre sottoposte a tutte le analisi di sterilitá, sicurezza ed alle caratterizzazioni, così come già avviene con il protocollo di validazione che abbiamo creato a Brescia.

La metodica di Stamina non deve essere cambiata, deve rimanere così come è, visto che ha già dimostrato di essere sicura ed efficace.   Questo laboratorio potrebbe fornire gratuitamente i preparati cellulari a tutti gli ospedali che ne facessero richiesta, senza la necessità, come oggi invece accade, di dover trasportare i pazienti da ogni parte d’Italia fino a Brescia con rischi e disagi per tutti.

I costi di produzione e del personale sarebbero sostenuti da Stamina con un contributo dallo Stato.  Per curare 20.000 persone all’anno lo stato spenderebbe meno di ciò che spende per 2.000 pazienti affetti da patologie rare a cui fornisce solo farmaci palliativi e poca assistenza.

I pazienti sarebbero valutati nei loro progressi da società specializzate (CRO) straniere, individuate dal Ministero in accordo con Stamina ed i risultati pubblicati a beneficio di tutti.   Non vi è bisogno di nessuna nuova legge, non servono sconti nè favoritsmi, basta far applicare la legge che è oggi in vigore per la cure compassionevoli con staminali.

In fondo questo potrebbe essere un modo per evitare che ai bambini come Celeste e Gioele affetti da SMA1 vengano prescritti farmaci come la morfina e la codeina che, essendo noti inibitori della respirazione, rappresentano solo una forma di eutanasia attiva, legalmente praticata ed approvata dalla nostra sanitá.

Questo è quanto.   Ai nuovi politici che stanno prendendo il posto dei vecchi e che hanno iniziato a contattarci sull’onda di questo rimbombo mediatico chiederemo di leggere questo post. Se vogliono portare avanti questa battaglia per far applicare una legge dello Stato siamo disposti a fornir loro tutto il materiale che servirà. Altrimenti combatteremo la nostra battaglia solamente con i nostri mezzi, cercando di aiutare il maggior numero di persone possibili.

Fonte:
https://www.facebook.com/pages/Stamina-foundation-onlus/403438629692604