ASSOCIAZIONE

Questa Associazione di volontariato è nata nell’autunno del 2012 per aiutare il piccolo Jack e la sua famiglia ad avere una vita il piu’ normale possibile.

Siamo un gruppo di amici, che oltre a divertirsi insieme, ha deciso di costruire un progetto per sostenere il nostro campione.
Noi ci siamo impegnati nella raccolta fondi per sostenere economicamente le cure e le terapie che Jack fa ogni giorno: abbiamo organizzato banchetti con oggettistica da noi prodotta e proveniente da tutta Italia, banchetti con torte e biscotti, spettacoli teatrali, concerti, collaborazione con il Rugby Cernusco.
Jack è riuscito a sopravvivere, e ogni giorno lotta circondato dall’amore di parenti e amici per riuscire a recuperare il danno che gli è stato fatto; tutti i giorni fa fisioterapia, ma ora ha bisogno dell’aiuto di tutti i voi per realizzare il suo grande sogno!
Se vuoi aiutarci questo e’ il nostro  IBAN
IT 96 T 03359 01600 100000 111938

Seguiteci e vi racconteremo la sua storia e vi aggiorneremo su tutte le iniziative che l’associazione organizzera’ !

Ma forse per farvi capire bene cos’è il fenomeno Jack bisogna partire dall’inizio…

Facebook.com/JackGliOcchiDellaSperanza

Pensieri di un amorevole zio
734235_10200211592563413_551920720_n piccolaRicordo ancora la prima volta che vidi Giacomo.Era un tenero frugoletto che dormiva pacatamente nella sua piccola culla.Ricordo anche il timore che mi attanagliava nel toccarlo e coccolarlo tra le mie braccia…come se fosse  un bambolotto di porcellana; ero sempre preoccupato che ogni mio piccolo gesto potesse innescare una catastrofe!La prima volta che lo vidi è stato subito amore.Sapevo che niente era andato per il giusto verso durante il parto e nella mia ignoranza pensavo che il peggio fosse ormai passato perché guardandolo non presentava alcun tipo di problema.Più il tempo passava più mi accorgevo che in qualche modo era diverso da tutti gli altri bambini.Non riusciva a interagire con il mondo che lo circondava, i suoi occhi si muovevano in modo strano in continuazione e per lui era impresa impossibile tenere la sua testolina diritta.

Ero triste e preoccupato. Da quel momento è incominciato il “calvario” di visite mediche, periodi interminabili in terapia intensiva e le maledette corse in ambulanza…quanto ho odiato tutte queste cose!!

In diverse occasioni ha rischiato di perdere la vita, ma come un pugile che viene messo a tappeto e si rialza per combattere round dopo round fino alla vittoria finale, anche Giacomo faceva la stessa cosa con l’unica differenza che lui combatteva per la vita.Da quel momento per me era diventato un eroe e come la Fenice che risorge dalle sue ceneri a nuova vita.

“Jack il Guerriero”…”Jack il Vichingo”.
Quante volte ho urlato, pianto e imprecato perché ero impotente dinanzi a tutta questa sofferenza che stava subendo.Nessuno potrà mai capire cosa ho passato negli anni appena trascorsi.
Ora Jack è cresciuto, diventa sempre più forte e ha una squadra che lo sostiene.
Il team che si è creato per lui è affiatato, carico di energia e questo “esercito di amici” aumenta sempre di più…giorno dopo giorno.
Giacomo è parte di me e nel suo sangue scorre anche il mio e sono pronto a combattere con lui e per lui questa battaglia.

FORZA E ONORE MIO PICCOLO GRANDE GUERRIERO!

Iscrizione Registro Volontariato della Lombardia n. 413/2017 – sez. Prov. BS